La XXVIII edizione di Restructura chiude con 25.000 visitatori

Si conclude oggi la XXVIII edizione di Restructura. La manifestazione, tenutasi dal 26 al 29 novembre presso l’Oval – Lingotto Fiere di Torino. Sono 25.000 i visitatori totali della manifestazione, di cui il 70% professionisti. Un dato che conferma sostanzialmente i numeri dell’edizione 2014. La provenienza del pubblico è principalmente dalle regioni del nord-ovest, ma si segnalano presenze da tutta Italia, in particolare da Sicilia, Puglia e Calabria.

Significativo il dato relativo alle aziende partecipanti: la fiera registra infatti un +10% di espositori rispetto al 2014, con nuovi settori della filiera al debutto nei 20.000 metri quadrati dell’Oval, tra cui Domotica, Illuminotecnica e BIM - Building Information Modeling.

Restructura si conferma dunque un appuntamento unico in Italia e un’occasione di confronto sui temi di riqualificazione edilizia e recupero dell’esistente.

I sold out nelle sale
Sono stati oltre 100 gli appuntamenti organizzati nelle sale allestite all’Oval, tra workshop, seminari e convegni tematici di aggiornamento delle competenze professionali con riconoscimento di crediti formativi, che hanno registrato oltre 9.000 partecipanti. Rivolto ai professionisti ma non solo, il calendario eventi di Restructura ha visto per il primo anno il coinvolgimento dei Collegi dei Geometri e degli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti di tutte le province del Piemonte.
Numerosi gli appuntamenti che hanno fatto segnare il tutto esaurito, tra cui La responsabilità del professionista antincendio, il focus sugli aspetti tecnici e progettuali ed economici dell’'illuminazione a led, e l’incontro Professione ingegnere: non è un paese per giovani. Molto seguiti inoltre i numerosi e consueti appuntamenti proposti da CNA Piemonte, che ha dedicato grande spazio all’innovazione in chiave sostenibile: convegni e seminari su bioedilizia, procedure tecnico amministrative, social&digital marketing e un focus sull'agricoltura in città, che racconta la storia degli orti urbani da prima della guerra a oggi. 

Gli orti verticali realizzati a Restructura donati alle scuole elementari di Torino e Provincia
CNA Piemonte
, insieme a Formedil Nazionale, ha proposto l’iniziativa “Finiture d'arte”, una gara aperta alle scuole edili di diverse città italiane per la realizzazione di orti verticali. Durate il contest, che ha visto all'opera i ragazzi delle scuole, sono state costruite le pareti, dai muri al verde, utilizzando per quanto possibile materiale di recupero. Nella giornata di sabato 28 novembre è avvenuta la cerimonia di premiazione, con gli orti che sono stati donati alle scuole elementari di Torino e provincia.

Restructura internazionale: Myanmar nazione ospite e appuntamenti con buyer da 8 Paesi
Significativo apprezzamento per la manifestazione è stato espresso dagli 11 buyer internazionali provenienti da Belgio, Brasile, Egitto, Francia, Lussemburgo, Marocco, Tunisia e Turchia, arrivati a Torino grazie all’azione del Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte) per incontrare le imprese piemontesi dei settori energia e ambiente, infrastrutture e logistica, edilizia, finiture e arredo. Il calendario dei lavori ha registrato oltre 80 appuntamenti b2b, pianificati sulla base dell’incontro tra la richiesta di approvvigionamento e collaborazione da parte delle società straniere e l’offerta delle piemontesi.
Gli operatori stranieri hanno valutato in modo particolarmente positivo la qualità delle aziende presenti a Restructura, dal punto di vista dell’innovazione tecnologica e capacità artigiana espressi.

Positiva anche l’esperienza, per la prima volta a Restructura, di un Paese ospite: GL events e CNA hanno ospitato l’artigianato birmano all’Oval, grazie alle relazioni che la Città di Torino da molti anni intesse con il Myanmar; relazioni che, a seguito della Firma dell'Accordo con la Città di Yangon avvenuta a maggio 2015, si sono maggiormente rafforzate.
A Torino dunque è stato dedicato uno spazio in cui mostrare l’eccellenza dell’artigianato birmano ed entrare in contatto con i nostri artigiani locali, per sviluppare l'idea di un artigianato che trovi nell'incontro e scambio delle loro eccellenze e quelle piemontesi nuove vie. Ospiti della Città e con il contributo di UNIDO, sono giunte all’Oval due donne birmane: un'artigiana-imprenditrice dell'associazione dei laccatori di Bagan e un’artigiana proveniente da una delle storiche famiglie di laccatori di tradizione.

I RestrucTour
Con la visita di domenica 29 novembre all’intercapedine della cupola della Mole Antonelliana si sono conclusi i RestrucTour, le visite guidate a cantieri e a siti di particolare rilievo in termini di sostenibilità organizzate in collaborazione con ArchiE20. I Tour, che hanno registrato il tutto esaurito, hanno consentito la visita al cantiere di Nuvola Lavazza, progetto che l’architetto Cino Zucchi aveva già presentato proprio a Restructura nel 2011; al cantiere Artigianelli, con l’illustrazione del progetto che prevede la rigenerazione architettonico-funzionale degli spazi del Collegio Artigianelli, tra cui anche l’esclusivo Teatro Juvarra; al cantiere di un modulo abitativo ecologico a elevata efficienza Eco/Pod a Coazze, la cui realizzazione prevede l'utilizzo esclusivo di materiali naturali e salubri a chilometro controllato.

Restructura nelle voci dei protagonisti
Abbiamo avuto contatti interessanti, anche dall'estero – dice Agostino Ferraro, direttore commerciale e tecnico di FR Costruzioni Un ingegnere italiano che vive a Londra si è fermato allo stand per commentare i nostri ponteggi coperti, abbastanza comuni nei cantieri all'estero ma ancora poco conosciuti a Torino. Lo contatteremo per andarlo a trovare insieme al nostro partner Fassa Bortolo in Inghilterra. Poi abbiamo preso contatti con un ingegnere degli Emirati Arabi interessato allo studio di un prototipo di casa in legno ad hoc per le loro città da vendere alle imprese locali”.

Soddisfatti per la buona affluenza anche al truck Saint Gobain, alla sua prima partecipazione in fiera: “abbiamo apprezzato la presenza di privati che stanno ristrutturando casa e si vogliono informare su prodotti, prestazioni, soluzioni, oltre alla cospicua presenza di progettisti. C’è stato interesse soprattutto per i nostri materiali innovativi e di basso impatto ecologico”.

Prima partecipazione e feedback positivo anche per Ilma, azienda cuneese che fa tetti e strutture in legno: “Torneremo sicuramente: abbiamo preso contatti soprattutto con imprese e professionisti, ma in generale il target è alto e ben preparato”. Ottimi i numeri per Building evolution, produttore e costruttore di case prefabbricate in legno: l’amministratore delegato Elia Uliver dichiara che allo stand sono stati stilati ben 15 preventivi per clienti privati; è stata inoltre aperta la strada per nuove collaborazioni con altre realtà professionali. Mariella Bono di Sild spiega come ogni anno la partecipazione a Restructura porta buoni risultati: lo scorso anno, ad esempio, grazie alla manifestazione hanno aperto un contatto con il Politecnico e sono stati coinvolti in un progetto di ristrutturazione a Ostana. Quest’anno ottimo il riscontro con professionisti - architetti e ingegneri – che hanno chiesto campionature per proporre il prodotto ai propri clienti.

Appuntamento al 2016
L’appuntamento con la XXIX edizione di Restructura è dal 24 al 27 novembre 2016, sempre all’Oval.